Il Barcellona spera ancora che Messi rimanga con il club

Il giorno dopo che il grande argentino ha detto al club che vuole lasciare, Barcellona ha detto che il suo progetto di ristrutturazione ruota ancora intorno al giocatore. “Vogliamo ricostruire per il futuro insieme al miglior giocatore della storia,” ha detto mercoledì Ramon Planes, direttore tecnico del club. Non stiamo contemplando alcuna partenza a livello contrattuale perché vogliamo che rimanga. Dobbiamo mostrare un enorme rispetto per Messi perché è il miglior giocatore del mondo.”

Planes ha parlato mentre il Barcellona ha presentato ufficialmente l’attaccante Francisco Trincao ad un evento che era già stato programmato prima che Messi annunciasse il suo desiderio di lasciare martedì. “Non possiamo fare di questo una disputa tra Leo Messi e Il Barcellona perché nessuno dei due lo merita,” ha detto Planes.

Il Barcellona sta cercando di evitare un brusco finale della carriera di Messi nel club. La sua ultima partita con una maglia del Barcellona è stata l’imbarazzante sconfitta per 8-2 contro il Bayern Monaco nei quarti di finale di Champions League, una delle peggiori sconfitte nella carriera del giocatore e nella storia del club. Ma Messi a quanto pare ha già preso la sua decisione, e sembra solo una questione di quanto brutta la cessazione otterrà e se il Barcellona otterrà i soldi fuori di esso.

Decine di tifosi hanno protestato davanti al Camp Nou martedì scorso chiedendo le dimissioni del presidente della squadra Josep Bartomeu, e alcuni hanno fatto irruzione nello stadio per qualche minuto mercoledì. Sono arrivati mentre i cancelli erano aperti in modo che un camion potesse andarsene. I manifestanti si sono sconsigliati con la polizia per un po’ prima di sgomberare. Erano una minoranza tra alcune centinaia che si riunivano fuori dallo stadio.

I dirigenti di club che si oppongono a Bartomeu in precedenza avevano presentato una mozione chiedendo le sue dimissioni, nella speranza che potesse aiutare Messi a cambiare idea. “La situazione è stata scomoda per tutti,” ha detto il tifoso del Barcellona Oriol Aznar. Questo consiglio di amministrazione avrebbe dovuto dimettersi molto tempo fa. Cattivi risultati, cattiva gestione. Niente di positivo su di loro. Stanno distruggendo il club. È normale che Messi voglia andarsene. Vogliono finire l’anno con un saldo finanziario decente se fanno soldi con Messi lasciando. Ma questo non è il modo giusto.

Il primo contratto di Messi con il club è stato firmato su un tovagliolo dopo un pranzo tra i suoi rappresentanti e i dirigenti del club quasi 20 anni fa, ma è stato con un burofax – un metodo di comunicazione certificato comunemente usato in Spagna, simile a un telegramma – che Messi ha detto al club che vuole lasciare.

Non c’è stata nessuna telefonata o incontro con i funzionari del club. Solo il burofax. In esso, Messi ha invocato una clausola nel suo contratto che gli ha permesso di lasciare gratuitamente dopo la fine della stagione. Ma il Barcellona ha detto che la clausola menzionata da Messi è scaduta il 10 giugno, il che significa che il giocatore ha mancato la scadenza e avrebbe dovuto pagare la clausola di 700 milioni di euro (827 milioni di euro) se vuole lasciare prima della scadenza del suo contratto nel giugno 2021.

Quello che Messi può sostenere è che la clausola sarebbe scaduta alla fine della stagione, che quest’anno è stata spostata indietro a causa della pandemia di coronavirus. Il club ha detto che ha risposto al burofax di Messi dicendo che voleva che rimanesse e finisse la sua carriera con il Barcellona. “In un momento complicato come questo, con l’attuale crisi, sarebbe un dramma per Barcellona perdere la sua stella più grande senza ottenere nulla in cambio,” ha detto. “Questa è probabilmente la più grande disputa tra le parti in questo momento, quindi non mi aspetto una rapida uscita, soprattutto dopo lo scambio di burofax tra di loro ieri.”

Maglia M908 Lecce US 2019-20

Dopo una magnifica stagione in Serie B in cui si sono secondi a raggiungere la promozione, la mattina di oggi Unione Sportiva Lecce ha rivelato i suoi nuovi modelli M908, che serviranno a tornare in Serie A dopo diversi anni. Ora ve li mostriamo maglia lecce 2019-20.

Questi nuovi modelli, sviluppati dal team stesso sotto il marchio M908, sono stati chiamati in dialetto salentino lu sule (il sole), lu ientu (il vento) e lu mare (il mare), ricordando così la regione della Puglia (Puglia, in spagnolo), da dove proviene il team.

Il design titolare è il più classico e si chiama Il Sole per i colori della squadra, giallo e rosso, che sono disposti sulla camicia in sottili pali verticali. Il collo sarà V in giallo, lo stesso colore in cui sono disposte le maniche, che incorporano una linea in marina. Pantaloncini e calze vanno negli stessi colori.

I modelli alternativi, Il Vento e Il Mare, sono rispettivamente bianchi con il rosso e il giallo in un design semplice, l’ultimo dei quali è il più elaborato in blu navy, rosso e giallo, con un motivo di ondulazioni, imitando le onde del mare. Come nel locale, pantaloncini e calze hanno gli stessi colori.

AS Roma aggiunge Edison Energia per sostenere l’attenzione alla sostenibilità

Il club di calcio italiano AS Roma ha sottoscritto gli specialisti dell’energia Edison Energia come suo ultimo sponsor. Il marchio assume il ruolo di fornitore ufficiale di energia in tutti gli uffici e punti vendita del club in Italia. Inoltre, ai tifosi dell’AS Roma sarà concesso l’accesso alle offerte sugli acquisti dei servizi dell’azienda, tra cui una garanzia fissa di 12 mesi.

L’associazione avrà anche un significativo focus sulla sostenibilità, con le due organizzazioni che collaborano a iniziative volte a promuovere la sostenibilità ambientale. Questi includeranno l’implementazione di sistemi di energia rinnovabile presso il campo di formazione del club, nonché l’installazione di stazioni di ricarica per veicoli elettrici.

Roma ha lanciato la sua campagna “Easy Mobility” nel gennaio 2020. per migliorare l’esperienza dei suoi tifosi nelle giornate di campionato e ridurre la congestione del traffico, promuovendo l’adozione della mobilità di condivisione e dei veicoli elettrici per raggiungere e lasciare lo stadio. Edison Energia ora ne fa parte.

Nel dicembre 2019, il club ha firmato il servizio di condivisione di scooter elettrico eCooltra come sponsor tecnico, offrendo codici promozionali per utilizzare il servizio di condivisione scooter elettrico nei giorni delle partite presso la casa dello Stadio Olimpico della squadra.

Il portafoglio di sponsorizzazioni della Roma è caratterizzato dal sponsor qatar Airways, sponsor di prima mano dalla maglia, in un accordo del valore di 14 milioni di euro (15,5 milioni di euro) all’anno, come dimostra lo SportBusiness Soccer.

Se hai bisogno di dettagli veramente granulari sul calcio di alto livello, chiedi informazioni sulla nostra piattaforma SportBusiness Soccer. SportBusiness Soccer è una piattaforma digitale potente e facile da usare che ti permette di scoprire, monitorare e analizzare ogni accordo di sponsorizzazione effettuato da ogni club della Premier League, Bundesliga, LaLiga e Serie A.

Adidas e juventus torin presentano le maglie terza 2019-2020

Segnata quest’anno dall’arrivo di Cristiano Ronaldo tra le sue fila, Juventus Torino spera di diventare uno dei più grandi venditori di maglia del pianeta. Un obiettivo condiviso da adidas, che ha appena svelato i nuovi outfit 2019-2020.

In appena due stagioni, la Juventus Torino ha cambiato completamente la sua dimensione. Dal suo cambio di logo all’inizio del 2017 all’arrivo di Cristiano Ronaldo la scorsa estate, la Vecchia Signora si è regalata una nuova giovinezza ed è chiaro che questo si sente a livello sportivo e commerciale. Naturalmente, prima di questi due punti salienti, la Juventus Torino era una roccaforte del calcio europeo, goduta di un’aura già considerevole e di un sostegno che andava oltre i meri confini dell’Italia.

la terza maglia 2019-2020 di juventus torino

Ancora una volta, il club ha guardato al futuro e vuole essere la guida all’innovazione applicata al calcio. La terza maglia del bianconero è quindi un mix tra prestazioni, design e tecnologia all’avanguardia. L’uso del sistema CLIMALITE consente un assorbimento ottimale del sudore. È combinato con materiale in poliestere riciclato per ridurre gli sprechi di risorse e ridurre le emissioni. Uno sguardo all’ambiente che è in linea con quello che adidas fa con l’Associazione Parley.

Da un punto di vista estetico, la terza maglia Juve 2019/20 è ornata di blu con un contrasto creato da dettagli d’argento che portano l’intera maglia. Ti piace questa maglia? Benvenuto acquisto maglia juve terza blu.

Haaland: “Ora non penso di lasciare Dortmund a tutti.

L’attaccante norvegese sta per terminare la stagione 2019/20. Con il Dortmund eliminato in Champions League, ha solo una partita rimasta in questo campo. E pensate a nuove sfide con il club tedesco. In caso di dubbio, Erling Haaland ha il compito di dissuase. Il suo futuro, almeno a breve termine, è quello di avere successo al Borussia Dortmund. Questo è spiegato in dichiarazioni per WA , ricordando che “sono praticamente appena arrivato…”.

La vendita di Haaland non rientra nei piani BVB. Prima il suo attaccante partner Jadon Sancho se ne sarebbe andato. Né il giovane ariete pensa di lasciare la Bundesliga, una competizione in cui è atterrato lo scorso gennaio dopo l’alba alla Red Bull di Salisburgo. Norwegian è una delle sensazioni della stagione. Le loro cifre lo dimostrano. Ha 44 gol e 10 assist in 39 partite. In attesa di quello che succede nel match contro l’Hoffenheim. Dopo aver segnato 13 gol (14 partite) in Bundesliga e 10 (8 partite) in Champions League.

Anche se è seguito da vicino dai grandi club in Europa, non vuole correre nella sua carriera. Ha solo 19 anni, quindi ha molti anni davanti a lui. Vuole andare passo dopo passo. Con Real Madrid e PSG come grandi pretendenti, anche se i parigini hanno scelto di garantire la continuità di Icardi dopo l’addio di Cavani.

Il futuro di Haaland è nelle mani del suo agente, Mino Raiola, un esperto nel muovere i suoi giocatori con grandi vantaggi per entrambi. Inoltre, secondo la stampa tedesca, il suo contratto includerebbe una clausola di risoluzione di 75 milioni dalla fine del mercato estivo nel 2020. Un prezzo economico se si conservano questi record.

L’attaccante è chiaro: “Non penso molto al futuro. Vivo il presente e decido cosa è meglio per la mia carriera in ogni momento particolare. Ecco perché mi sono unito a Dortmund in inverno, con tutta la convinzione. È una delle migliori squadre del mondo, ho firmato un lungo contratto (fino a giugno 2024) e praticamente sono appena arrivata. Così ora non sto pensando di lasciare a tutti.

Il Manchester City thrash Arsenal nella strana nuova normalità della Premier League

Anche quando tutto sembra e si sente diverso, alcune cose non cambiano mai. Cento giorni dopo la Premier League è stata costretta a chiudere a causa della pandemia coronavirus, il calcio inglese è tornato con una facile vittoria del Manchester City contro l’Arsenal e un’altra vetrina della capacità di David Luiz di rovinare le cose.

Nessuno era lì per vederlo, però. Proprio come in Germania, Italia e Spagna, la Premier League è tornata, ma a porte chiuse. La vittoria del City, il che significa che il Liverpool non può vincere il titolo all’Everton di domenica, si è giocata di fronte a meno di 300 partecipanti, tra cui il personale del club, i media e gli steward alla sicurezza, che hanno dovuto sottoporsi a controlli di temperatura prima di entrare a terra.

Ma dopo che la lega si fermò a metà marzo con 92 partite da giocare, un ritorno all’azione in un ambiente sterile dominato da rigide misure di sicurezza, sistemi a senso unico per garantire il distacco sociale e, soprattutto, nessun tifoso era l’unico modo per riportare lo spettacolo della Premier League sulla strada verso una conclusione.

L’esperienza sembrava strano come sembrava, però: strade deserte fuori dall’Etihad Stadium, steward in piedi fuori tornelli bloccati e uno stadio diviso in zone verdi, ambra e rosse. È il football, ma non come lo conosciamo. La prossima volta che i fan pensano di essere valutati fuori dal gioco, dovranno solo puntare a questo periodo senza precedenti per dimostrare che sono la linfa vitale del gioco.

Due fan dei City di Warrington, a 20 miglia di distanza, si presentarono in camicia per mangiare al negozio di pesce e patatine fuori dall’Etihad. Sapevano di non poter guardare la partita, ma dovevano semplicemente svolgere il loro rituale pre-partita prima di tornare a casa a guardare in televisione. Un altro tifoso stava fuori dall’ingresso dello stadio, suonando “Blue Moon” su un sassofono, ma questo era tutto. I timori di fan che si presentavano e facevano una scena erano infondati.

I tifosi di calcio nel Regno Unito rimangono divisi sulla questione delle partite giocate in un momento in cui il conteggio quotidiano della morte del coronavirus del paese continua ad essere un numero a tre cifre. I giocatori hanno anche espresso le loro preoccupazioni per la sicurezza, alcuni tifosi hanno preso sui social media per accusare i club di mettere i soldi prima della salute, e c’è chi crede che il calcio dal vivo senza spettatori non valga la pena guardare.

Il “Project Restart” della Premier League ha ricevuto il pieno sostegno del governo, tuttavia, con l’opinione che all’interno dei corridoi del potere sia che il ritorno del calcio non solo segnalerà passi importanti sulla strada della ripresa, ma solleverà anche il morale di una nazione.

Il lancio di Puma e AC Milan 2019-2020 maglia

Con contratto con Puma dalla scorsa stagione, il club italiano AC Milan ha appena svelato le sue nuove maglie per la stagione 2019-2020.

AC MILAN’S 2019-2020 CASA MAGLIA

È la penultima giornata di campionato e la partita contro il Frosinone che il Milan acquisirà la sua nuova maglia milan casalinga per la stagione 2019-2020. Riconoscibili in tutto il mondo grazie alla sua iconica maglia, i rossoneri del club manterranno ancora una volta la leggenda con una maglia le cui grafiche fioriscono gli anni ’50 e ’60. Così nel complesso di questo nuovo outfit, scopriamo la presenza di strisce rosse e nere e un collo nero rotondo che porta un tocco retrò perfettamente eseguito e si inserisce perfettamente nel DNA di questo club. Una sorta di ritorno alle radici che, naturalmente, delizieranno i fan!

Per completare questa maglia, troviamo ovviamente pantaloncini bianchi come è stato il caso dal 1899 (tranne le stagioni 2002-02, 2004/05 e 2016/17) ma anche calze bianche come nella scorsa stagione e che ricordano il periodo 1986-2000.

AC MILAN’S 2019-2020 AWAY MAGLIA

La maglia bianca e il Milan è una vera storia d’amore. Se la maglia di casa del club milanese rimane naturalmente l’abito iconico, la maglia bianca come outfit di ricambio ha una ricca storia e vuole essere il portafortuna del club. Infatti, è con una maglia bianca che il Milan ha vinto 6 finali di Champions League, 1 finale di Supercoppa Europea e 1 finale di Coppa del Mondo a 1 club. È quasi un must per la storia del club e Puma ha capito bene questo con questa nuova maglia da trasferta per la stagione 2019-2020.

Sobriamente bianca nella sua quasi completezza, la maglia si distingue per le sue strisce a spalla che assumono i colori storici del club che sono nero e rosso. Come la nuova maglia del Manchester City, questo contrasto di strisce porta una vera identità a questo outfit come l’edug presente nel colletto e nella sua inversione che prende la bandiera italiana.

Wagner Ribeiro: “Penso che Neymar rimarrà al PSG”

Ancora una volta, Neymar è ancora una volta al centro della speculazione sul suo futuro. Anche se la pandemia coronavirus può cambiare i suoi piani.


Nelle ultime settimane, ci sono state molte speculazioni sul futuro di Neymar. L’attaccante brasiliano ha già tentato di lasciare la squadra parigina la scorsa estate. La sua intenzione era quella di tornare al FC Barcelona. Ma il PSG ha stretto la corda così forte che ha finito per rompersi, quando solo 20 milioni separarono il brasiliano dal ritorno al campo Nou.

Neymar

La soap opera del ritorno di Neymar a Barca sembrava essere chiusa. Ma in realtà continuava ad essere un nuovo capitolo. Nelle ultime settimane, in assenza di partite, ci sono state molte informazioni riguardanti il mercato dei trasferimenti. E il brasiliano è stato un nuovo protagonista di loro, pur avendo un contratto in vigore con il PSG.

Neymar sta scontando la sua terza stagione con la squadra parigina, e così termina il periodo protetto del suo contratto. Ciò significa che, se volessi, potresti andare su FIFA per impostare il tuo prezzo di partenza. Prima della pandemia era trapelato che potrebbe essere 160 milioni. Una cifra che, in tempi di crisi, sembra fuori dal mercato.

L’agente Wagner Ribeiro, vicino alla famiglia brasiliana, ha chiarito che non si muoverà. “Penso che Neymar rimarrà sul PSG perché il mercato è diverso. Il mondo economico del calcio cambierà”, ha detto a Fox Sports. Una quindicina di giorni fa, uno dei suoi colleghi del PSG si era espresso in questi stessi termini. “Neymar rimane con noi”, avanzato Leandro Paredes in quel mezzo.

Allo stesso tempo, insiste sull’interesse del Real Madrid. “Sono stato a Madrid diverse volte perché l’obiettivo di Florentino Pérez era quello di reclutare Neymar. L’anno scorso, a maggio, ero con lui nel suo ufficio. Mi ha detto che aveva un sogno di firmare Neymar”, spiega.

Maglia juventus 2020-2021 esposizione

maglia juventus case 2020-2021

Prevalentemente bianca, la nuova maglia casalinga della Juventus 2020-2021 presenta quattro strisce nere brushtroke sulla parte anteriore e sulle maniche – la parte posteriore è tutta bianca.

maglia juventus away 2020-2021

La maglia da away Juventus FC 2020-2021 sarà prevalentemente indaco notturna con loghi color alluminio. Una grafica a strisce pennellate è impostata per apparire sulle maniche, completamente o solo all’interno dei polsini.

maglia juventus terza 2020-2021

La nuova terza maglia juve 2020-21 vanta un design sorprendente in arancione e nero. Ha una grafica nera a contrasto sul davanti.

La stella del Real Madrid Gareth Bale ha donato 1 milione di dollari per combattere il coronavirus in Galles e Spagna

L’asso del Galles Bale e la sua famiglia sono in isolamento in Spagna dal 14 marzo, con il paese che ha imposto alcune delle restrizioni più severe in Europa per combattere la diffusione del Covid-19.

Il trentenne e sua moglie Emma hanno fatto una donazione di 500.000 dollari al Servizio Sanitario Cinese a Cardiff, e sono pronti a seguire questo a livello di 500.000 dollari (circa 439.000 dollari) al servizio sanitario di Madrid.

Gareth Bale

Bale ha fatto la sua donazione al comitato sanitario di Cardiff e Vale Health University, che è collegato all’ospedale in cui è nato. In un videomessaggio pubblicato dal consiglio sanitario, Bale ha detto: “Volevo solo fare questo video per ringraziare tutti nel NHS per tutto il loro duro lavoro e sacrificio durante questa crisi Covid-19 .

“L’Ospedale Universitario in Galles occupa un posto speciale nel mio cuore. È dove sono nato e ha fornito un grande sostegno ai miei amici, alla mia famiglia e alla comunità in generale. “Così io e la mia famiglia vorremmo mostrare il nostro sostegno. Continuate il buon lavoro. Stai facendo un lavoro fantastico e ti ringrazio molto.”

L’ex asso del Tottenham Bale è stato legato al ritorno in Premier League negli ultimi mesi, ma ora sembra destinato a rimanere al Real Madrid per almeno un’altra stagione dopo che i giganti spagnoli hanno escluso gli ingaggi di tendone quest’estate.

Questo articolo è stato pubblicato in Senza categoria il da .