Archivio mensile:Agosto 2020

Il Barcellona spera ancora che Messi rimanga con il club

Il giorno dopo che il grande argentino ha detto al club che vuole lasciare, Barcellona ha detto che il suo progetto di ristrutturazione ruota ancora intorno al giocatore. “Vogliamo ricostruire per il futuro insieme al miglior giocatore della storia,” ha detto mercoledì Ramon Planes, direttore tecnico del club. Non stiamo contemplando alcuna partenza a livello contrattuale perché vogliamo che rimanga. Dobbiamo mostrare un enorme rispetto per Messi perché è il miglior giocatore del mondo.”

Planes ha parlato mentre il Barcellona ha presentato ufficialmente l’attaccante Francisco Trincao ad un evento che era già stato programmato prima che Messi annunciasse il suo desiderio di lasciare martedì. “Non possiamo fare di questo una disputa tra Leo Messi e Il Barcellona perché nessuno dei due lo merita,” ha detto Planes.

Il Barcellona sta cercando di evitare un brusco finale della carriera di Messi nel club. La sua ultima partita con una maglia del Barcellona è stata l’imbarazzante sconfitta per 8-2 contro il Bayern Monaco nei quarti di finale di Champions League, una delle peggiori sconfitte nella carriera del giocatore e nella storia del club. Ma Messi a quanto pare ha già preso la sua decisione, e sembra solo una questione di quanto brutta la cessazione otterrà e se il Barcellona otterrà i soldi fuori di esso.

Decine di tifosi hanno protestato davanti al Camp Nou martedì scorso chiedendo le dimissioni del presidente della squadra Josep Bartomeu, e alcuni hanno fatto irruzione nello stadio per qualche minuto mercoledì. Sono arrivati mentre i cancelli erano aperti in modo che un camion potesse andarsene. I manifestanti si sono sconsigliati con la polizia per un po’ prima di sgomberare. Erano una minoranza tra alcune centinaia che si riunivano fuori dallo stadio.

I dirigenti di club che si oppongono a Bartomeu in precedenza avevano presentato una mozione chiedendo le sue dimissioni, nella speranza che potesse aiutare Messi a cambiare idea. “La situazione è stata scomoda per tutti,” ha detto il tifoso del Barcellona Oriol Aznar. Questo consiglio di amministrazione avrebbe dovuto dimettersi molto tempo fa. Cattivi risultati, cattiva gestione. Niente di positivo su di loro. Stanno distruggendo il club. È normale che Messi voglia andarsene. Vogliono finire l’anno con un saldo finanziario decente se fanno soldi con Messi lasciando. Ma questo non è il modo giusto.

Il primo contratto di Messi con il club è stato firmato su un tovagliolo dopo un pranzo tra i suoi rappresentanti e i dirigenti del club quasi 20 anni fa, ma è stato con un burofax – un metodo di comunicazione certificato comunemente usato in Spagna, simile a un telegramma – che Messi ha detto al club che vuole lasciare.

Non c’è stata nessuna telefonata o incontro con i funzionari del club. Solo il burofax. In esso, Messi ha invocato una clausola nel suo contratto che gli ha permesso di lasciare gratuitamente dopo la fine della stagione. Ma il Barcellona ha detto che la clausola menzionata da Messi è scaduta il 10 giugno, il che significa che il giocatore ha mancato la scadenza e avrebbe dovuto pagare la clausola di 700 milioni di euro (827 milioni di euro) se vuole lasciare prima della scadenza del suo contratto nel giugno 2021.

Quello che Messi può sostenere è che la clausola sarebbe scaduta alla fine della stagione, che quest’anno è stata spostata indietro a causa della pandemia di coronavirus. Il club ha detto che ha risposto al burofax di Messi dicendo che voleva che rimanesse e finisse la sua carriera con il Barcellona. “In un momento complicato come questo, con l’attuale crisi, sarebbe un dramma per Barcellona perdere la sua stella più grande senza ottenere nulla in cambio,” ha detto. “Questa è probabilmente la più grande disputa tra le parti in questo momento, quindi non mi aspetto una rapida uscita, soprattutto dopo lo scambio di burofax tra di loro ieri.”